Marche
Inserisci sottotitolo qui


Le Marche sono una regione dell'Italia centrale, meravigliose quanto insolite per la loro diversità di paesaggio e territorio: forme armoniche e sinuose, falesie e grotte che si alternano a spiagge indimenticabili, colline che rievocano storia, tradizione, arte e montagne attrezzate con impianti di risalita per gli appassionati di sci.

Il territorio è in prevalenza collinare e montuoso, abbraccia il versante adriatico dell'Appennino umbro-marchigiano con le sue spiagge basse e sabbiose. Rinomato la lunga distesa di sabbia fine e dorata, bagnata da acqua cristallina, che si trova a Senigallia, con il suo lungomare vivo e mondano durante tutte le ore del giorno. 

Non sono da meno Gabicce mare, Pesaro,Fano, Civitanova Marche e San Benedetto del Tronto che rappresentano una meta ideale per chi ha voglia di rilassarsi e di trovare ristoro tra i tanti stabilimenti balneari, mentre per chi ama la natura estrema, la riviera del Conerooffre scenari suggestivi e lembi ancora selvaggi, a volte raggiungibili solo via mare o tra sentieri ritagliati nel verde della macchia mediterranea. 


Le Marche sono una regione unica soprattutto per quanto riguarda la natura. La regione ospita infatti numerosi parchi nazionali e regionali e oasi del WWF da scoprire; i parchi dei Monti Sibillini e dei Monti della Laga offrono uno spettacolo unico per gli appassionati di trekking. Non si possono perdere le Grotte di Frasassi, mèta di visite da ogni parte d'Europa e di grande interesse speleologico per il fenomeno carsico che hanno originato splendide grotte, alcune delle quali abitate sin dalla preistoria.

Distese di frutteti e vigneti sulle colline picentine e nella Valle dell'Esino contornano case coloniche dal calore antico dove è possibile riscoprire il gusto semplice delle cose genuine. Dimore signorili o antiche case mezzadrili adibite ad agriturismo raccontano la vita del tempo passato, ed accolgono viaggiatori e turisti alla ricerca di emozioni autentiche.


Coming soon



La Degustazione


Non parliamo di un'unica cucina ma di un'unione di sapori e gusti di tutto il territorio con le sue caratteristiche specifiche. 

La ruvidità tipica dell'entroterra, si assapora nei piatti a base di carne con il maiale in porchetta, l'agnello marinato; piatti a base di tartufo, come quelli di Acqualagna e Sant'Agata Feltria e a base di funghi; nei primi piatti, tagliatelle, strozzapreti ed i tradizionali "vincisgrassi", capostipite di tutte le lasagne al forno della penisola.

Il gusto fresco e dolce del mare, si percepisce nei piatti a base di pesce; padrone indiscusso della tavola costiera è il "brodetto" che raccoglie più di 14 specialità di pesce arricchito, nel pesarese e nell'anconetano, dal pomodorino e, nell'ascolano, dallo zafferano. 

Il piatto simbolo della città di Ascoli è il fritto misto all'ascolana: olive farcite, crema, zucchine, carciofi e costolette d'agnello mentre tra i dolci troviamo il ciambellotto con i funghetti all'anice, la cicerchiata, i ravioli fritti e ripieni di castagne, crema e ricotta.

Degni di nota il pecorino di Talamello avvolto in foglie di noce e invecchiato in grotte di tufo, i prosciutti, i lonzini, la coppa di testa