Lazio
Inserisci sottotitolo qui


Culla della civiltà occidentale e della cultura cristiana, di leggende e di storia, di vie antiche e di colline verdeggianti: questo è il Lazio, regione dell'Italia centrale bagnata dal mar Tirreno, percorsa dalle acque del fiume Tevere e caratterizzata da un territorio in prevalenza collinare e montuoso ma pianeggiante in prossimità della costa. 

La regione offre paesaggi che si contrappongono e si completano, scenari naturali intatti e orizzonti spettacolari racchiusi tra i centri urbani. Il visitatore può addentrarsi in paradisi di straordinaria bellezza anche dentro le mura cittadine: ne è un esempio Villa Borghese a Roma, Capitale d'Italia, il più famoso parco cittadino dove passeggiare, anche in bicicletta. La villa è molto interessante anche per la possibilità di visitare la Galleria Borghese ed i suoi capolavori.

Il Lazio è anche una regione di terme, la cui storia è legata alle numerose fonti di acqua curativa che ebbero un enorme sviluppo durante l'epoca romana, sia nell'età repubblicana che in quella imperiale. I romani costruirono sontuosi bagni termali di cui esistono spettacolari testimonianze, disseminate in tutto il territorio, come per esempio le Terme di Caracalla, nel cuore di Roma.  


Le strutture



La Degustazione


La gastronomia laziale è molto legata alla terra e fatta di sapori intensi e profondi, dai piatti semplici e genuini. Scoprire questa cucina è una gioia per il palato: primi piatti a base di gnocchi, spaghetti all'Amatriciana, esaltati dal sapore del guanciale e dal pecorino, spaghettialla Carbonara, con uova, pecorino e pancetta e rigatoni alla pajata, tanto per citarne alcuni.

Seguono piatti a base di abbacchio e verdure, trippa trasteverina, coda alla vaccinara e saltimbocca alla romana, vera essenza della cucina tipica locale che è possibile gustare in una delle tante trattorie della regione. 

Tra i fiori all'occhiello della terra laziale figurano anche il carciofo romano, a cui sono dedicate svariate sagre e feste, la porchetta, molto conosciuta quella dei Castelli Romani, le olive nere di Gaeta, l'olio di oliva della Sabina e le castagne dei Monti Cimini.